Dati di chiusura

Inviato da Flavia Scarano il Mer, 28/03/2012 - 09:01
La Borsa di Milano ha chiuso la seduta in ribasso virando in territorio negativo dopo l'uscita dei dati macro Usa. A Piazza Affari l'indice Ftse Mib cede lo 0,72% a 16.498, mentre il Ftse All Share è arretrato dello 0,79% a quota 17.511. Eni ha virato in territorio negativo dopo la conferma di una perdita di petrolio nell'impianto di Elgin nel Mare del Nord, gestito da Total. Il titolo, che in mattinata aveva beneficiato di un'altra scoperta "giant" nell'offshore del Mozambico, ha archiviato la seduta con un calo dell'1,60% a 17,79 euro. Stm (-3,84% a 6,135 euro) ha indossato la maglia nera dopo il downgrade di Societe Generale che ha abbassato il giudizio sul gruppo dei chip a hold da buy. Male il comparto bancario: Mps ha ceduto il 3,02% a 0,344 euro, Mediobanca l'1,95% a 4,638 euro, Intesa SanPaolo l'1,71% a 1,435 euro, Bpm il 2,71% a 0,47 euro, Banco Popolare l'1,01% a 1,565 euro. In controtendenza Unicredit (+0,10% a 3,974 euro) dopo i conti. Finmeccanica è volata con un balzo del 10,88% a 3,852 euro.

Le indicazioni macroeconomiche arrivate nel corso della seconda parte spingono al ribasso i listini europei. L'indice spagnolo, l'Ibex, ha terminato con un rosso di un punto percentuale (-1,03%) portandosi a 8.140,3 punti, -0,92% per il Cac40 a 3.469,59, -0,56% del Ftse100 a 5.869,55 e perfetta parità del Dax a 7.078,9.
COMMENTA LA NOTIZIA