1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

Dati di chiusura

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Dopo avere inanellato cinque sedute consecutive positive, Piazza Affari chiude la seduta in rosso. Complice l’andamento negativo di Wall Street e in una giornata scarna di dati macro a Milano il Ftse Mib ha chiuso sotto quota 17 mila punti, registrando un ribasso dell’1,05%, mentre il Ftse Italia all-share ha terminato la seduta a -0,89, scivolando a 17.991,04 punti. La regina delle vendite è stata Tenaris (-4,03%), seguita a ruota dal titolo Fiat Spa (-3,82%). I ribassi hanno investito anche il comparto finanziario. -2,08% per Generali, segno meno anche per Ubi Banca (-1,63%) e Mps (-1,78%). E in una giornata caratterizzata dalle vendite, Telecom Italia (+2,93%) si è mossa controcorrente sul Ftse Mib in scia ai dati di febbraio sul mercato mobile brasiliano. Freccia verde anche per Terna (+1,58%) nel giorno in cui è stato presentato il piano industriale 2012-2016 che prevede investimenti fino a 6 miliardi di euro.

Segno meno per le borse europee. L’indice tedesco, il Dax, è sceso dell’1,39% portandosi a 7.054,94 punti, rosso dell’1,32% per il Cac40 a 3.530,83, -1,17% del Ftse100 a 5.891,41 e -0,28% per l’Ibex a 8.567,5.