1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

Dati di chiusura

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

La Borsa di Milano ha chiuso la seduta in deciso rialzo afruttando la ritrovata vena del comparto bancario. Il listino milanese, dopo una partenza timida, ha accelerato al rialzo dopo l’asta spagnola e l’indice Zew tedesco migliore delle attese. A Piazza Affari l’indice Ftse Mib ha guadagnato il 3,68% a 14.942 punti, mentre il Ftse All Share è avanzato del 3,53% a quota 15.959. Vigoroso il rimbalzo dei titoli del comparto bancario, rimasti sotto pressione nelle ultime sedute: Bper ha guadagnato il 10,98% a 4,892 euro, Popolare di Milano l’8,77% a 0,365 euro, Banco Popolare il 9,34% a 1,159 euro, Mediobanca l’8,91% a 4,034 euro, Intesa SanPaolo l’8,07% a 1,246 euro, Ubi Banca il 6,53% a 2,708 euro, Unicredit il 7,15% a 3,236 euro, Monte dei Paschi il 5,69% a 0,271 euro. Dopo una partenza difficile, Fiat Spa ha virato al rialzo nel pomeriggio archiviando la seduta con un balzo del 3,67% a 4,178 euro. Si sono ripresi i titoli Enel: la casa madre ha guadagnato il 2,96% a 2,508 euro, mentre Enel Green Power è avanzata del 2,93% a 1,336 euro che prosegue la crescita nel fotovoltaico in Italia.

Chiusura di seduta in territorio positivo per i listini del Vecchio continente. La performance migliore è stata registrata dal Cac40, salito del 2,72% a 3.292,51 punti, andamento simile per il Dax, che con un +2,65% si è portato sopra quota 6.800 punti (6.801), e per l’Ibex, +2,28% a 7.373,3 punti. Poco più indietro il londinese Ftse100, in progresso dell’1,78% a 5.766,95.