Dati di chiusura

Inviato da Flavia Scarano il Lun, 07/05/2012 - 08:58
La Borsa di Milano ha chiuso l'ultima seduta della settimana in ribasso. A Piazza Affari il Ftse Mib è arretrato dell'1,41% a 13.918 punti e il Ftse All Share ha ceduto l'1,48% a quota 14.957. A pesare sul listino meneghino delle blue chips sono stati i titoli legati al settore industriale e petrolifero. Saipem, oggetto di sospensione al ribasso, ha chiuso la seduta in coda al Ftse Mib in calo del 4,47% a 34,82 euro. Giù anche Tenaris (-4,22% a 13,86 euro) ed Eni (-2,22% a 16,32 euro). I titoli hanno risentito del crollo delle quotazioni a New York del Wti sceso sotto i 98 dollari al barile, al livello più basso dal febbraio scorso. In ribasso anche Pirelli (-3,06% a 9,35 euro) ed STMicroelectronics (-4,26% a 4,14 euro). Male anche la Galassia Agnelli: in calo del 3,62% a 3,404 euro Fiat, del 3,67% a 8 euro Fiat Industrial e del 2,76% a 16,58 euro Exor. Contrastato il comparto bancario. In rosso sono finite Ubi Banca (-1,42% a 2,496 euro), Intesa Sanpaolo (-0,47% a 1,05 euro) e Unicredit (-0,22% a 2,698 euro). Bene Mps (+0,45% a 0,246 euro) e Mediobanca (+0,34% a 3,494 euro). Meglio La Bpm e Banco Popolare, in progresso rispettivamente dell'1,02% a 0,345 euro e dell'1,57% a 1,034 euro. Positiva Finmeccanica, avanzata dell'1,25% a 3,088 euro. Intermonte ha alzato la raccomandazione da outperform a buy, confermando il target price a 5 euro. Dopo un inizio di seduta relegata in fondo al paniere principale, Telecom Italia ha terminato gli scambi in flessione dell'1,24% a 0,839 euro. Maglia rosa a Diasorin (+3,20% a 20,65 euro).

Segno meno anche per i listini europei. A Parigi il Cac40 ha chiuso con un rosso dell'1,9% a 3.161,97 punti, -1,93% per il Ftse100 a 5.655,06 e -1,99% del Dax che scende a 6.561,47. In controtendenza l'Ibex che ha terminato con un +0,35% a 6.876 punti.Chiusura tutta in territorio positivo per i listini europei. A Parigi il Cac40 ha terminato in rialzo dello 0,62% a 3.237,69 punti, +0,7% per il Ftse100 che chiude a 5.634,74, +1,03% del tedesco Dax a 6.674,73 e l'Ibex fa meglio di tutti salendo di quasi 2 punti percentuali (+1,93%) a 7.576,7.
COMMENTA LA NOTIZIA