Dati di chiusura

Inviato da Flavia Scarano il Ven, 01/06/2012 - 08:58
La Borsa di Milano ha chiuso ancora in territorio negativo con il Ftse Mib che ha aggiornato il minimo del 2012 a 12.764 punti. A Piazza Affari l'indice Ftse Mib ha ceduto lo 0,14% a 12.854 punti, mentre il Ftse All Share è arretrato dello 0,10% a quota 13.811. Snam ha svettato sul paniere principale con un rialzo del 4,15% a 3,266 euro all'indomani del perfezionamento della separazione da Eni (+1,69% a 15,60 euro). Male invece Finmeccanica (-0,15% a 2,69 euro) che questa mattina ha annunciato di aver ceduto il 15% di Avio al Fondo Strategico Italiano. Parmalat (+0,49% a 1,631 euro) ha sfruttato le parole dell'Ad Yvon Guerin che si è detto ottimista sull'andamento dei conti nei prossimi mesi. Ancora andamento a due velocità per i titoli del Lingotto: Fiat ha lasciato sul parterre il 3,21% a 3,80 euro, mentre Fiat Industrial ha guadagnato il 2,07% a 8,13 euro all'indomani dell'annuncio dell'integrazione con CNH. Deboli rialzi per il comparto bancario: Unicredit ha guadagnato lo 0,41% a 2,478 euro, Ubi Banca lo 0,45% a 2,24 euro, Intesa SanPaolo lo 0,10%. Male il Banco Popolare (-1,54% a 0,897 euro), mentre Mps ha mostrato un rialzo dell'1,26% a 0,201 euro.

Le indicazioni macro arrivate nel pomeriggio dagli Stati Unti hanno spinto al ribasso i listini europei. Il tedesco Dax ha terminato in calo dello 0,26% a 6.264,38 punti, parità per il Ftse100 (-0,03%) e per l'Ibex (-0,01%) che scendono rispettivamente a 5.295,87 e a 6.089,8 punti. Lieve segno più per il Cac40 (+0,05%) che si ferma a 3.017,01 punti.
COMMENTA LA NOTIZIA