1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

Dati di chiusura

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

La Borsa di Milano ha chiuso la seduta in deciso rialzo riprendendosi dopo un inizio sotto pressione, condizionato dai risultati elettorali in Francia e Grecia. A Piazza Affari l’indice Ftse Mib ha guadagnato il 2,56% a 14.275 punti, mentre il Ftse All Share è avanzato del 2,31% a quota 15.303. Acquisti sul comparto bancario: Bpm ha guadagnato l’8,70% a 0,375 euro, Monte dei Paschi il 6,33% a 0,262 euro, Unicredit il 5,63% a 2,85 euro, Intesa SanPaolo il 3,90% a 1,092 euro, Banco Popolare il 2,61% a 1,061 euro. Bene anche Ubi Banca (+3,69% a 2,588 euro). Tra i migliori sul Ftse Mib da segnalare A2A, che ha mostrato un balzo del 9,08% a 0,473 euro, e Buzzi Unicem, che è salita del 6,39% a 7,58 euro. Dopo una mattinata trascorsa nelle retrovie, Fiat ha accelerato al rialzo fino ad arrivare a chiudere con un +2,94% a 3,504 euro. Da segnalare Generali (+1,73% a 9,97 euro) che questa mattina ha effettuato un’escursione verso il basso fino a raggiungere i livelli minimi dal dicembre 1992. Eni (+1,84% a 16,62 euro) sotto i riflettori di Piazza Affari.

Chiusura con il segno più per i listini del Vecchio continente. Il Dax ha terminato la seduta con un rialzo dello 0,12% a 6.569,48 punti, +1,65% per il Cac40 che sale a 3.214,22 e +2,72% dell’Ibex a 7.063,2.