1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

Dati di chiusura

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

La Borsa di Milano ha chiuso in rialzo l’ultima seduta di una settimana molto volatile. A Piazza Affari l’indice Ftse Mib hia guadagnato lo 0,80% a 14.401 punti, mentre il Ftse All Share è avanzato dello 0,80% a quota 15.428.Brillante il comparto dell’energia con gli acquisti che hanno premiato i due colossi pubblici: Enel ha guadagnato il 3,41% a 2,49 euro, con gli analisti del Santander che hanno alzato il giudizio a hold, mentre Eni è avanzata dell’1,72% a 16,52 euro dopo l’annuncio di aver avviato, per la prima volta nella sua storia, la produzione di idrocarburi in Russia, più precisamente in Siberia Occidentale. A svettare sul paniere principale è però A2A (+8,59% a 0,489 euro), mentre Enel Green Power ha segnato un rialzo dell’1,37% a 1,254 euro. Il comparto bancario ha rialzato la testa dopo i ribasso di ieri: Banco Popolare ha guadagnato l’1,56% a 1,106 euro, Intesa SanPaolo lo 0,09% a 1,144 euro, Ubi Banca lo 0,86% a 2,58 euro, Unicredit lo 0,27% a 2,99 euro, Popolare di Milano lo 0,48% a 0,338 euro. Debole, invece, il Monte dei Paschi che ha perso l’1,12% a 0,247 euro. Fiat (-2,09% a 3,752 euro) debole dopo i dati di Fenabrave sulle immatricolazioni in Brasile per la prima metà di aprile, che hanno fornito indicazioni piuttosto deboli. Maglia nera per Finmeccanica che ha lasciato sul parterre il 2,71% a 3,23 euro.

Chiusura di ottava con il segno più per i listini europei. L’Ibex ha terminato in rialzo di quasi il 2% (+1,92%) a 7.040,6 punti, +1,18% per il tedesco Dax a 6.750,12 mentre il Ftse100 ed il Cac40 (+0,48 e +0,46 per cento rispettivamente) sono saliti di mezzo punto percentuale a 5.772,15 ed a 3.188,58.