1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

Dati di chiusura

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

La Borsa di Milano ha chiuso in rialzo grazie allo sprint finale dei titoli del comparto bancario in scia agli ultimi sondaggi in arrivo da Atene, secondo cui dalle urne di domenica i partiti filo-Ue riusciranno a formare il Governo. A Piazza Affari l’indice Ftse Mib ha guadagnato l’1,47% a 13.084,62 punti, mentre il Ftse All Share è avanzato dell’1,26% a quota 14.036,66. Positivo il comparto bancario: Popolare di Milano ha guadagnato il 5,23% a 0,3382 euro, Unicredit il 4,83% a 2,516 euro, Intesa SanPaolo il 2,87% a 1,022 euro, Banco Popolare il 3,21% a 0,9315 euro, Mediobanca l’1,62% a 3,018 euro, Ubi Banca l’1,11% a 2,378 euro. +1,79% a 0,1876 euro per Monte dei Paschi che in mattinata ha aggiornato i minimi storici a 0,1752 euro. Atlantia ha strappato lo 0,87% a 9,28 euro dopo un inizio di seduta sotto pressione. Impregilo ha guadagnato il 2,88% a 3,498. Enel Green Power ha evidenziato un rialzo dell’1,92% a 1,113 euro dopo l’upgrade di Cheuvreux che ha alzato la raccomandazione sulla controllata verde di Enel a outperform da underperform.

L’avanzata dei partiti pro-austerità in Grecia sostiene i listini europei. A Londra il Ftse100 ha chiuso in calo dello 0,31% a 5.467,05 punti mentre il tedesco Dax con un -0,23% è sceso a 6.138,61. Sopra la parità il Cac40, +0,08% a 3.032,45, e l’Ibex, +1,22% a 6.696.