1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

Dati di chiusura

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

La Borsa di Milano ha chiuso in deciso rialzo registrando la migliore performance tra le principali piazze finanziarie del Vecchio Continente. In calo anche lo spread che è sceso in area 450 punti base dagli oltre 460 punti dei primi scambi di giornata. A Piazza Affari l’indice Ftse Mib ha guadagnato il 2,34% a 13.390 punti, mentre il Ftse All Share è avanzato del 2,24% a quota 14.350. Tre i titoli più brillanti di giornata: Finmeccanica ha mostrato un balzo del 7,38% a 2,938 euro, Mediaset è avanzata del 6,52% a 1,275 euro, Fiat ha guadagnato il 5,48% a 3,656 euro nonostante il calo delle vendite (-12,1%) registrato a maggio in Europa. La quota di mercato del Lingotto è però aumentata al 7,2% dal 7,1%. Enel (+3,49% a 2,488 euro) ben comprata dopo aver raggiunto un accordo con Scottish and Southern Energy per la cessione dell’intero capitale della società irlandese Endesa Ireland. Ancora ben impostate le banche: Intesa SanPaolo ha guadagnato il 3,62% a 1,059 euro, Ubi Banca il 3,70% a 2,466 euro, Popolare di Milano il 2,63% a 0,347 euro, Unicredit il 2,54% a 2,58 euro, Monte dei Paschi il 2,51% a 0,192 euro. In controtendenza il Banco Popolare che ha lasciato sul parterre lo 0,16% a 0,93 euro.

Chiusura di ottava con il segno più per i listini del Vecchio continente. Nonostante le indicazioni macroeconomiche arrivate dagli Stati Uniti, le borse europee sono state sostenute dalle attese di un intervento congiunto da parte delle banche centrali nel caso in cui la situazione dovesse peggiorare. A Londra il Ftse100 ha evidenziato un rialzo dello 0,22% portandosi a 5.478,81 punti, +0,34% per l’Ibex, salito a 6.719, +1,48% del Dax a 6.229,41 ed il Cac40 fa meglio di tutti mettendo a segno un +1,82% a 3.087,62.