1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

Dati di chiusura

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

La Borsa di Milano ha chiuso la seduta di venerdì in moderato rialzo, migliorando il sentiment dopo la pubblicazione del Pil statunitense del terzo trimestre che è cresciuto del 2% contro attese che indicavano +1,8%. Mentre in Giappone cresce l’attesa per la riunione della Bank of Japan di martedì, che potrebbe decidere nuove misure di allentamento monetario, in Europa torna a far discutere il caso Grecia. Secondo indiscrezioni, sarebbe spuntato un piano promosso da Francia e Germania per affiancare al governo ellenico un pool di esperti stranieri. Si tratterebbe di una sorta di commissariamento per Atene. In questo quadro a Piazza Affari l’indice Ftse Mib ha guadagnato lo 0,36% a 15.584 punti. Lottomatica ha perso il 2,65% a 16,16 euro in scia al downgrade di Credit Suisse. Mediaset ha perso il 3,11% a 1,338 euro accelerando al ribasso dopo la notizia che Silvio Berlusconi è stato condannato a quattro anni di reclusione nel processo per frode fiscale sull’acquisizione diritti televisivi del Biscione. Contrastato il comparto bancario: Popolare di Milano ha ceduto il 2,13% a 0,444 euro, Unicredit lo 0,68% a 3,48 euro, Banco Popolare lo 0,31% a 1,273 euro, Monte dei Paschi lo 0,13% a 0,228 euro. In rialzo Intesa SanPaolo (+0,39% a 1,272 euro) e Ubi Banca (+0,19% a 3,114 euro). Finmeccanica ha strappato un +0,41% a 3,948 euro nonostante il taglio del giudizio da parte di Moody’s. Luxottica ha svettato sul Ftse Mib con un rialzo del 2,56% a 29,25 euro dopo la trimestrale.