1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

Da Zurich una polizza vita per le coppie di fatto

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Per la prima volta in Italia viene lanciato un prodotto innovativo dedicato a tutte le tipologie di coppia: Zurich “Viceversa” offre una copertura assicurativa in caso di scomparsa di uno dei componenti, con una tutela reciproca, a protezione del tenore di vita.

Negli ultimi decenni le famiglia italiana si è trasformata: crescono le unioni di fatto, le famiglie allargate e ricostituite. Da una ricerca GfK Eurisko commissionata da Zurich, emerge infatti che le coppie non sposate  sono aumentate del 175% negli ultimi 13 anni, dato che conferma il trend emerso dal rapporto Istat  nel quale si rileva un aumento delle coppie non coniugate  a fronte di una diminuzione del 16% dei matrimoni tra il 2005 e il 2012.

Zurich Viceversa innova il mondo delle polizze vita basandosi su un nuovo principio: entrambi i soggetti sono assicurati stipulando un’unica polizza. Fino ad oggi nelle polizze sulla vita compariva come soggetto assicurato solo una delle due persone della coppia, ma con Zurich Viceversa entrambi i soggetti sono assicurati e non è necessario nessun documento che attesti la natura giuridica del legame.

 “Zurich è da sempre consapevole del ruolo che una compagnia assicurativo ha nei confronti della società” ha dichiarato Neus Vallès – head of proposition Zurich Global Life Italia.  “E’ sotto gli occhi di tutti, e se ne trova ampia dimostrazione nella ricerca  che abbiamo commissionato a GfK Eurisko, come il concetto di coppia si sia evoluto nel corso degli anni. Proprio per rispondere ai bisogni di tutte le coppie abbiamo quindi messo a punto un’unica polizza che offre protezione grazie a una doppia copertura e che  prevede  un costo inferiore rispetto a quello richiesto per la sottoscrizione di due polizze distinte: un vantaggio per le coppie giovani, ma non solo.”

Dalla ricerca emerge inoltre che l’84% delle coppie non sposate non ha attuato strategie di tutela e oltre la metà degli intervistati – non sposati 54% e sposati 64% – non è a conoscenza, se non per sentito dire, dell’esistenza di  polizze caso morte.  Questi dati confermano il ruolo consulenziale  che la compagnia deve offrire, attraverso la propria rete agenziale, per far fronte alle esigenze di quell’86% circa delle coppie, sia sposate che non sposate, che vedono nella perdita del partner una potenziale causa di difficoltà economiche. “Da questa ricerca emerge con chiarezza che se da una parte vi è una reale esigenza di protezione per le coppie, dall’altra il prodotto assicurativo volto a soddisfare  tale necessità è ancora poco conosciuto” dichiara Luca Sina,  ‎Direttore Vendite per  Zurich in Italia. “E proprio per  creare maggiore consapevolezza  il ruolo degli agenti assicurativi diventa centrale nella proposizione di Zurich Viceversa. Con questo prodotto, la nostra Compagnia punta ad offrire reale protezione alla coppia, rispondendo ad un bisogno reale e dichiarato con un prodotto innovativo per il mercato”.

Commenti dei Lettori
News Correlate
AUMENTO DI CAPITALE

Carraro: offerta in opzione, sottoscritto il 99,684%

A conclusione dell’offerta in opzione nell’ambito dell’aumento di capitale, Carraro ha annunciato che sono stati esercitati 43.225.974 diritti per la sottoscrizione di 33.620.202 azioni, pari al 99,684% del totale.

Il controvalore complessivo è d…

BANCHE ITALIA

Veneto Banca: Cda chiede intervento Atlante per ricapitalizzazione

Oggi il Cda di Veneto Banca “ha riaffermato – si legge in una nota diffusa dall’istituto – la propria piena fiducia nella prospettiva dell’aggregazione con Banca Popolare di Vicenza come condizione per il rilancio delle due banche, importante per lo …

MERCATI

Chiusura di ottava di poco sotto la parità per le borse europee

Grazie a un miglioramento nella seconda parte innescato dalla revisione al rialzo del Pil statunitense del primo trimestre (+1,2%), i listini europei riducono le perdite e chiudono la settimana di poco sotto la parità.

A Londra il Ftse100 ha term…

MACRO

Stati Uniti: fiducia dei consumatori a 97,1 punti a maggio

Nel mese di maggio l’indice di fiducia dei consumatori elaborato dall’Università del Michigan si è attestato a 97,1 punti, dai 97 di aprile. Nella stima flash il dato era risultato pari a 97,7 punti.