1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

CSP: crescita debole, con +0,8% su intero 2015 il Pil ancora il 9% sotto livelli pre-crisi

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Parziale delusione dal Pil italiano cresciuto dello 0,2% su base trimestrale nel terzo trimestre, in rallentamento dal +0,3% del trimestre precedente. Secondo il Centro Studi Promotor queste stime dell’Istat, dopo i due incrementi registrati nel primo e secondo trimestre, confermano che la recessione dell’economia italiana è finita lasciando spazio ad una ripresa, che è tuttavia ancora debole. Secondo le elaborazioni del Centro Studi Promotor, il Pil del terzo trimestre destagionalizzato e al netto delle variazioni dei prezzi è inferiore del 9% rispetto ai livelli ante-crisi (primo trimestre 2008).
Con la crescita del terzo trimestre, la variazione acquisita per il 2015 è pari allo 0,6%. “Questa crescita accredita la previsione dell’Ocse di un incremento del Pil nell’intero 2015 dello 0,8% – sottolinea il CSP – Se questa previsione si realizzasse nell’intero 2015 il prodotto interno lordo italiano, al netto della dinamica dei prezzi, si porterebbe a 1.550.150 milioni di euro e toccherebbe quindi un valore ancora inferiore, sia pur lievemente, a quello raggiunto nel 2000, cioè ben 15 anni fa”. Secondo il Centro Studi Promotor anche questo elemento, oltre all’entità del calo che ancora si registra rispetto ai livelli ante-crisi (-9%), mette bene in evidenza l’impatto negativo della crisi economica che faticosamente ci stiamo lasciamo alle spalle, impatto che ancora penalizza fortemente il nostro Paese.