Crolla Piazza Affari: spread Btp-Bund oltre 400 punti, tonfo del comparto bancario -1

Inviato da Flavia Scarano il Lun, 31/10/2011 - 17:45
Inizio di settimana traumatico per la Borsa di Milano, che chiude in pesante ribasso indossando la maglia nera tra gli indici europei. In giornata è tornato ed essere protagonista lo spread Btp-Bund con un differenziale di rendimento che ha toccato quota 410 punti. A pesare anche i dati preoccupanti sul mercato del lavoro italiano, soprattutto quello giovanile: secondo i dati diffusi dall'Istat, in base alle stime provvisorie, durante il mese di settembre il tasso è salito al 29,3%, con un aumento congiunturale di 1,3 punti percentuali. Si tratta del dato più alto dal gennaio 2004, ovvero dall'inizio delle serie storiche. Il tasso complessivo di disoccupazione a settembre è invece balzato all'8,3%, in salita di 0,3 punti percentuali sia rispetto ad agosto sia rispetto all'anno precedente. Dal fronte europeo, l'Fmi ha fatto sapere di aver dato il via a una revisione degli strumenti finanziari a sua disposizione per sostenere i Paesi europei più colpiti dalla crisi ed evitare il contagio. Ora l'attesa è per il prossimo appuntamento del G20 in programma il 3 e 4 novembre a Cannes, dove potrebbe essere annunciata la decisione di ampliare le risorse a disposizione dell'Fmi in vista di possibili aiuti. E così a Piazza Affari il Ftse Mib è arretrato del 3,82% a 16.017 punti, mentre il Ftse All Share ha perso il 3,53% attestandosi a 16.818 punti.
COMMENTA LA NOTIZIA