Crolla Piazza Affari, il Ftse Mib chiude con un tonfo del 5%. Spread a 400 punti base -2-

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Le vendite hanno travolto il comparto bancario: Intesa SanPaolo ha ceduto il 7,94% a 1,137 euro, Unicredit l’8,10% a 3,04 euro, Banco Popolare il 7,31% a 1,129 euro, Popolare di Milano il 6,81% a 0,328 euro, Ubi Banca il 6,49% a 2,71 euro. Monte dei Paschi (+0,28% a 0,29 euro) resta un tema caldissimo a Piazza Affari. Il titolo dell’istituto di Rocca Salimbeni è stato l’unico sul Ftse Mib ha chiudere in territorio positivo. Malissimo Stm (-8,19% a 5,325 euro) dopo aver ricevuto una multa da 59 milioni di dollari che si rifletterà negativamente sui conti del primo trimestre dell’anno. Non si sono salvati nemmeno i colossi pubblici dell’energia: Eni ha ceduto il 3,95% a 16,52 euro, Enel il 3,26% a 2,496 euro. Mediaset ha perso il 5,19% a 1,809 euro dopo la decisione del Governo di azzerare il “beauty contest” sulle frequenze televisive.

Commenti dei Lettori
News Correlate
ITALIA

Confindustria stima produzione industriale a +0,6% ad aprile

Il Centro studi di Confindustria (CsC) rileva un incremento della produzione industriale italiana dello 0,6% in aprile su marzo, quando è stata stimata una variazione di -0,3% su febbraio. Sulla dinamica dell’attività – spiegano gli esperti – incide …

Enel: entra in esercizio parco eolico Lindahl

Enel, attraverso la controllata Enel Green Power North America, ha messo in esercizio il parco eolico Lindahl, il primo impianto del Gruppo nello stato americano del Nord Dakota. “Il completamento di Lindahl consolida la nostra forte crescita negli S…