1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Crisi: Unimpresa, 9,2 milioni gli italiani in difficoltà

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Superano i 9 milioni di persone le persone in difficoltà in Italia. A lanciare l’allarme Unimpresa, secondo cui ai disoccupati vanno aggiunte ampie fasce di lavoratori, ma con condizioni precarie o economicamente deboli che estendono la platea degli italiani in crisi. Un’enorme “area di disagio”: ai 3,66 milioni di persone disoccupate, bisogna sommare i contratti di lavoro a tempo determinato, sia quelli part time (652mila persone) sia quelli a orario pieno (1,51 milioni); vanno poi considerati i lavoratori autonomi part time (838mila) e i contratti a tempo indeterminato part time (2,56 milioni). Questo gruppo di persone occupate – ma con prospettive incerte circa la stabilità dell’impiego o con retribuzioni contenute – ammonta complessivamente a 5,5 milioni di unità. Il totale del’area di disagio sociale, calcolata dal Centro studi Unimpresa sulla base di dati Istat, comprende dunque 9,22 milioni di persone.