1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Crisi: Unicredit stima un’ulteriore contrazione del Pil nel 2013

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

La fase di rallentamento economico innescata dall’acutizzarsi della crisi del debito sovrano a partire dalla seconda metà del 2011 ha visto l’Italia presentare performance peggiori rispetto agli altri Paesi dell’Unione europea che hanno adottato l’euro. Lo si legge nel “Nono Rapporto Unicredit sulle piccole imprese”. Mentre l’Eurozona non è ancora entrata di fatto in recessione tecnica, l’Italia ha messo infatti a segno ben quattro trimestri consecutivi di contrazione marcata del Pil. Anche le prospettive per la seconda metà del 2012, prosegue il documento, restano molto deboli per il nostro Paese, con i prossimi due trimestri ancora in contrazione. La crescita del Pil dovrebbe attestarsi nel 2012 al -2,4%, ben al di sotto della crescita dell’Eurozona. È prevedibile che il Pil si contragga complessivamente di un altro 0,5% nel 2013.

Commenti dei Lettori
News Correlate
DIGITAL MARKETING

Triboo acquisisce il 51% di East Media

Triboo, attiva nel settore dell’E-commerce e dell’Advertising Digitale e che controlla anche Brown Editore, ha finalizzato l’acquisizione di una quota di partecipazione pari al 51% del capitale sociale di East …

CONTINUA IL PROCESSO DI INTERNAZIONALIZZAZIONE

Triboo acquista 51% di East Media ed entra in mercato russo e sudcoreano

Triboo, attiva nel settore dell’E-commerce e dell’Advertising Digitale quotata sul Mercato Telematico Azionario, organizzato e gestito da Borsa Italiana, cresce nel segmento del digital marketing guardando soprattutto ad Est con l&rs…

NOVITA' DA COLOGNO MONZESE

Mediaset: raggiunto accordo tra Premium-Dazn per Serie A e B

È stato siglato l’accordo tra Premium e Dazn che permetterà agli abbonati ‘Premium Calcio’ di accedere agli eventi sportivi trasmessi dalla piattaforma europea. In una nota stampa Mediaset ha comunicato …

APERTURA MERCATI

Piazza Affari in lieve rialzo, corre Italgas

Primi scorci di ottava con lieve segno più per Piazza Affari. L’indice Ftse Mib segna un progresso dello 0,15% a quota 21.924 punti. In prima fila Italgas a +2,82% sotto …