1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Crisi subprime, i banchieri Usa rinunciano ai bonus

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Dopo i conti in rosso e i licenziamenti, la bufera subprime spazza via anche i bonus per i dirigenti della banche Usa. Ieri il chief executive di Bear Stearns, Jommy Cayne, ha annunciato non solo i primi conti trimestrali in rosso nella storia della società ma anche un taglio drastico dei bonus. Stessa sorte per John Marck, il capo della Morgan Stanley, che ha deciso di togliersi il premio di fine anno. Ad eccezione di Goldman Sachs, che è uscita quasi indenne dalla crisi mutui, i bonus sono in flessione ovunque di circa il 10%.

Commenti dei Lettori
News Correlate
NUOVO AFFONDO VS UE

Trump minaccia dazi del 20% per auto europee

Il presidente statunitense, Donald Trump, torna all’attacco sul fronte dazi prendendo di mira questa volta l’Europa minacciando di imporre DAZI del 20% su tutte le auto importate dall’Unione europea “a …

OPEC AUMENTA PRODUZIONE

Trump: spero che aumento produzione Opec sia significativo

“Spero che l’OPEC aumenterà la produzione significativamente. Necessitiamo di mantenere i prezzi del petrolio bassi”. Sono le parole di Donald Trump, via Twitter, dopo la conclusione del meeting Opec che …

RATING

Usa: Standard Ethics abbassa outlook a negativo da stabile

Standard Ethics ha abbassato a negativo da stabile l’outlook del rating “EE” attribuito agli Stati Uniti. “La decisione degli Usa di lasciare il consiglio dei Diritti Umani dell’Onu è incompatibile …