1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Crisi subprime, arriva il mea culpa di Moody’s

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

“Noi avevamo percepito per tempo i rischi dei mutui subprime americani, l’unico nostro errore è che avevamo sottostimato la magnitudo del rallentamento del mercato immobiliare. Detto questo, però, non credo che Moody’s abbia molto da rimproverarsi”. Brian Clarkson, presidente e direttore generale dell’agenzia di valutazione Moody’s, non ci sta: buona parte delle critiche tuonate negli ultimi mesi sulle agenzie di valutazione, dice in questa intervista al Sole 24 Ore “sono principalmente frutto di equivoci”. Dopo la crisi dei mutui subprime, i tre big del rating sono stati infatti presi di mira dagli analisti e dagli investitori per tanti motivi: i conflitti d’interesse con i loro clienti, i voti troppo elevati assegnati alle obbligazioni legate ai mutui, la mancanza di concorrenza nel settore dei rating.