Crisi: per Solow la crescita è insufficiente, non c'è vera ripresa - La Repubblica

Inviato da Redazione il Ven, 30/10/2009 - 08:30
Il Pil americano è tornato a crescere: del 3,5%, ancora più del previsto. Ma per Robert Solow, classe 1924, economista del Mit di chiara fede liberal e premio Nobel nel 1987, ci tiene a gettare acqua sul fuoco. "Le sembra una buona notizia?", domanda al giornalista di La Repubblica, nell'intervista pubblicata oggi. La sua risposta è netta: "Non ne sarei così sicuro. Intanto, era ampiamente prevista. E poi dopo una recessione di questa portata, ben altri ritmi di crescita sarebbero necessari". "Nelle precedenti recessioni - spiega Solow - anche se a dir la verità non nelle più recenti, i trimestri successivi a quelli dei grandi crolli hanno fatto segnare tassi di ripresa del 6,7 anche 10-11 per cento. Qualsiasi livello inferiore è insufficiente". Quindi secondo Solow speranze di un inizio di un recupero della disoccupazione "sono nulle per il momento".
COMMENTA LA NOTIZIA