1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Crisi: Russell Investments, nessun segnale realistico di un’uscita della Grecia da Ue -1-

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

La situazione in Grecia rimane sempre in primo piano in Europa. “Nonostante alcuni osservatori pensino che l’uscita della Grecia dalla zona euro avrebbe oggi un impatto minore, e forse anche facilmente gestibile, rispetto a due anni fa, noi manteniamo un certo scetticismo”. E’ questo il parere di John Velis, head of capital markets research Emea di Russell Investments. “Le nostre analisi dimostrano che le ripercussioni dirette causate dal default dei governativi ellenici, così come implicazioni per le obbligazioni corporate di società greche collocate in tutta Europa, porterebbero a svalutazioni elevate per le banche dell’Eruzona – afferma Velis – Se così dovesse essere, sarebbe altamente probabile che i governi europei debbano sobbarcarsi una parte consistente di queste perdite, con un aumento del premio per il rischio sui governativi a livello continentale e contribuendo così a una nuova spirale di incertezza e mancanza di fiducia verso il sistema bancario”.

Commenti dei Lettori
News Correlate
M&A

Philips compra l’americana Spectranetics per 1,9 mld di euro

Giornata di shopping per l’olandese Philips. La società europea, leader mondiale nell’health technology, ha annunciato di avere raggiunto un accordo per acquisire l’americana Spectranetics per una cifra pari a 1,9 miliardi di euro (debito compreso). …

NUOVI CONTRATTI

Astaldi: nuovo contratto ferroviario da 82 milioni di euro in Polonia

Il Gruppo Astaldi si è aggiudicato i lavori di ammodernamento di una tratta della Linea ferroviaria E-59 Varsavia-Poznań (Lotto IV). Il valore delle opere da realizzare è pari a 82 milioni di euro, con Astaldi leader di un raggruppamento di impr…

ECONOMIA

Usa: Fmi taglia stime crescita, quest’anno si fermerà a +2,1%

Il Fondo monetario internazionale (Fmi) ha limato al ribasso le stime sugli Stati Uniti. Il pil statunitense è visto crescere quest’anno del 2,1% (la precedente stima era +2,3%). Stesso tasso di crescita anche nel 2018 (ad aprile la stima era di +2,5…