Crisi mutui, Fed e Governo continuano a monitorare la situazione

Inviato da Daniela La Cava il Ven, 31/08/2007 - 17:46

Oltreoceano la crisi sui mutui subprime continuerà a essere monitorata costantemente sia dal Governo statunitense sia dalla Banca centrale americana che sono pronti a intervenire se necessario. È questa la rassicurazione che è giunta oggi  dalle parole del presidente della Federal Reserve (Fed), Ben Bernanke, e dal presidente degli Stati Uniti, George W. Bush.

C'era molta attesa oggi per le dichirazioni del numero uno della Fed, secondo il quale i mutui ad alto rischio non sono un problema da sottovalutare, anzi il quadro attuale potrebbe anche peggiorare. "La Banca centrale americana continuerà a monitorare la situazione dei mercati - ha  però detto Bernanke - la Fed è infatti pronta a prendere ulteriori misure se necessario per aumentare la liquidità e promuovere il funzionamento ordinario dei mercati". L'intento della Banca centrale appare chiaro: dato che non si sono avute ancore ripercussioni sull'economia è indispensabile evitare in ogni modo che il sistema finanziario si chiuda, interrompendo bruscamente il flusso di credito necessario allo sviluppo dell'economia.
E a conferma di questo, anche oggi, la Fed ha immesso liquidità per 5 miliardi di dollari con un'asta di rifinanziamento a 5 giorni. Le richieste ammontano a 31,90 miliardi di dollari. Inoltre, per Berhanke non bisogna guardare solo alla macroeconomia, ma bisogna monitorare sia la crisi del creditosia i mercati azionari.  Mercati che sia negli Stati Uniti sia in Europa, nonostante un primo indietreggiamento iniziale, hanno continuato la loro crescita dopo le dichiarazioni del numero uno della Fed.

Un messaggio chiaro quello lanciato Bernanke che ha così lasciato la patata bollente nelle mani del presidente degli Stati Uniti, George W. Bush, che è intervenuto oggi dopo le 17 nel Giardino delle Rose delle Casa Bianca sul crac dei mutui ad alto rischio. Da Washington, il numero uno degli Stati Uniti ha detto che il loro intento è quello di aiutare i cittadini a riavere la propria casa. " Il Governo sta continuando a seguire da vicino quello che sta accadendo", ha dichiarato Bush. Il presidente degli Stati Uniti ha ribadito che lo Stato cercherà di rivestire un ruolo importante, penalizzando gli speculatori e tendendo la mano a coloro che stanno pagando a caro prezzo questa crisi.

COMMENTA LA NOTIZIA