Crisi: Mrowetz, appoggio cinese nel debito sovrano solo positivo, ecco perché -1

Inviato da Micaela Osella il Gio, 23/12/2010 - 10:58
"L'aiuto cinese potrebbe avere effetti non solo di breve termine, ma anche di lungo periodo". Commenta così Wolfram Mrowetz di Alisei Sim le ripetute dichiarazioni di sostegno all'Europa arrivate dalla Cina per fronteggiare l'escalation della crisi del debito sovrano. Pechino ha intenzione di debuttare sul palcoscenico della crisi che sta facendo tremare l'Europa unita, potrebbe evitare a Lisbona di tendere la mano agli aiuti dell'Unione europea e del Fondo monetario internazionale, rimescolando le carte in gioco. L'appoggio cinese farebbe infatti aumentere le risorse in campo dalla Ue per la crisi. Per gli euroscettici si tratta di una mossa che non farebbe altro che prolungare l'agonia della moneta unica. Non per Mrowetz. "L'importante è che ci si concretizzi questo aiuto e che venga sfruttato in maniera positiva, perché solo così potrà avere effetti di lungo termine", osserva il money manager. "L'Europa ha inviato segnali non positivi nei mesi passati sulle modalità di gestione della crisi, ma al di là del gioco della speculazione e dei commenti che sono seguiti, qualcosa, anzi molto, è stato fatto".
COMMENTA LA NOTIZIA