Crisi: per Morgan Stanley sale al 35% possibilità 'Grexit' nei prossimi 12/18 mesi

Inviato da Daniela La Cava il Ven, 25/05/2012 - 12:40
Una possibile uscita dalla Grecia dall'euro rimane uno dei temi caldi e più dibattuti in questi giorni. Secondo gli esperti di Morgan Stanley le ramificazioni derivanti dall'uscita di Atene sono molto più serie di quanto anticipato dal mercato. Per questa ragione gli analisti della banca Usa hanno alzato al 35% dal 25% la probabilità che la Grecia lasci l'Eurozona entro i prossimi 12-18 mesi. E l'effetto contagio sarebbe all'agguato. Tra i Paesi che corrono i maggiori rischi il broker indica l'Italia, la Spagna, l'Irlanda e il Portogallo.
Nel report Morgan Stanley indica tuttavia alcune possibili strade da percorrere per "limitare un'escalation della crisi e rendere l'Eurozona più stabile nel lungo periodo". Nel breve termine sono due gli step, secondo Morgan Stanley, per stabilizzare il sistema finanziario: un'azione più aggressiva da parte della Banca centrale europea e una ricapitalizzazione delle banche europee attraversi Efsf/Esm.
COMMENTA LA NOTIZIA