1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Crisi: a Londra e a Wall Street suonano i campanelli d’allarme

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Nella City e a Wall Street suonano ancora le sirene d’allarme. A Londra, per la prima volta da anni, un’asta di titoli di Stato si è chiusa senza che ci fossero abbastanza acquirenti per coprire tutta l’offerta. E’ un nuovo segnale della crisi che non passa. Il ministero del Tesoro britannico aveva messo in vendita dei “gilt” quarantennali per un valore totale di un miliardo e 750 milioni di sterline, ma le richieste si sono fermate al 93%, pari a un miliardo e 620 milioni di sterline. A Wall Street il corso delle quotazioni è stato invece influenzato pesantemente dai timori per il debito pubblico Usa: il Tesoro ha emesso obbligazioni a cinque anni al tasso d’interesse dell’1,849%. Un tasso superiore alle attese, che fa presagire una bassa domanda per tali titoli che servono a colmare il deficit di bilancio statale. Si inizia insomma a temere che Geithner possa avere difficoltà a finanziare l’enorme mole di denaro messa in campo per fronteggiare la crisi finanziaria e la recessione.