1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Crisi: la Grecia andrà in default, alle imprese Ue serve liquidità per crescere (Exane Bnp Paribas)

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Per la Grecia sarà default. E’ il parere che Pierre-Olivier, chief economist di Exane Bnp Paribas, ha rilasciato a Finanza.com a margine di un incontro con gli investitori a Milano. “Il problema”, secondo il capo economista francese, “non è soltanto fiscale, ma di politica. Negli anni il governo greco ha gestito la situazione finanziaria in maniera disonesta, per cui oggi le misure di austerity non saranno sufficienti. Ci vorrebbe un cambio radicale di politiche e misure concrete per la crescita”. Quello che servirebbe, in generale, all’Europa: il passo successivo alla riduzione del deficit fiscale, secondo Beffy, è infatti quello di una spinta decisiva verso la crescita, che consenta di rendere sostenibile il pagamento nel tempo del debito accumulatosi negli anni. “L’ultimo incontro tra i vertici Ue è stato troppo generico”, ammonisce l’esperto di Exane Bnp. “E’ necessario un importante aumento del Pil nominale se si vuole essere sicuri che dopo l’austerity l’economia torni a crescere nel lungo periodo, ma questo è molto difficile. Il settore privato infatti non ha margine di sviluppo in regime di fiscal tightening e di austerità. Nessuna delle soluzioni finora proposte dalla Ue rappresenta una misura definitiva. L’unico modo sarebbe assicurare alle banche sufficiente liquidità da poter immettere nel sistema finanziario – e quindi economico e imprenditoriale – abbastanza risorse da far ripartire gli investimenti, con inevitabili conseguenze positive sull’economia reale”.