1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Crisi: Goldman Sachs vede economia area Euro ferma nel 2012, inflazione in calo e taglio tassi Bce a fine anno

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Goldman Sachs vede la crescita dell’Eurozona in rallentamento fino alla totale immobilità nel 2012. Nel suo ultimo rapporto, “Stagnation in te Euro area”, la banca d’affari americana afferma che le tensioni finanziarie e le strette fiscali dei Paesi dell’area Euro concorrono a deprimere il tasso di crescita all’1,6% nel 2011 e allo 0,1% (praticamente nullo) nel 2012. Gli analisti sono infatti convinti che, dato il lento passo delle decisioni istituzionali europee, i problemi finanziari del Vecchio Continente non si risolveranno in breve tempo. Come conseguenza della crescita ferma, notano gli analisti, anche l’inflazione si ridurrà ulteriormente nel corso del 2012, avvicinandosi a quelli che erano i parametri europei di price stability, e dando modo alla Bce di intervenire sui tassi. Secondo Goldman Sachs, un taglio dei tassi di 50 punti base potrebbe avvenire nel prossimo dicembre (più probabilmente del taglio di 25 punti base in ottobre ipotizzato da altri analisti).