Crisi: Francia entra ufficialmente in recessione, la Germania delude le attese

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN
Francia e Germania deludono le attese, mostrando un’economia più debole del previsto nel primo trimestre. Il Prodotto interno lordo (Pil) francese ha evidenziato una contrazione dello 0,2% rispetto al trimestre precedente, peggiore del -0,1% atteso dal mercato, mentre l’economia tedesca scampa il segno meno per un soffio mostrando un +0,1% nei primi tre mesi dell’anno. Gli analisti si attendevano in questo caso un progresso pari allo 0,3%. 
La Francia entra in recessione tecnica
La Francia è entrata tecnicamente in recessione con un calo dello 0,2% del Pil nel primo trimestre, dopo una contrazione simile nell’ultimo trimestre del 2012. Una recessione tecnica corrisponde a un ribasso del Pil per due trimestri consecutivi. Su base annualizzata la contrazione si attesta allo 0,4%, in linea con le previsioni. 
La Banque de France stima una crescita dello 0,1% nel secondo trimestre del 2013, mentre il governo francese mantiene la sua previsione di un progresso dello 0,1% sull’intero anno. 
Germania cresce ma meno delle aspettative
L’economia della Germania, la maggiore d’Europa, scampa per un soffio la recessione, ma cresce meno delle attese del mercato. La lettura relativa ai primi tre mesi dell’anno ha evidenziato un rialzo pari allo 0,1% su base trimestrale (consensus pari a un +0,3%), dopo che nel quarto trimestre del 2012 il Pil è stato rivisto al ribasso con una contrazione pari allo 0,7% annuo. 
La Bundesbank prevede una crescita dell’economia dello 0,4% quest’anno e dell’1,9% nel 2014.
Sale l’attesa ora per i dati relativi al Pil italiano, in uscita alle ore 10.00, e quello dell’area euro, in agenda alle 11.00. Secondo le stime della Commissione europea, il Pil dell’Eurozona mostrerà una contrazione dello 0,4% quest’anno, con un -0,1% previsto nel primo trimestre del 2013. 
Commenti dei Lettori
News Correlate
MACRO

Francia: fiducia consumatori stabile a 100 ad aprile

La fiducia dei consumatori francesi rimane stabile nel mese di aprile. Il dato diffuso stamattina dall’Insee si mantiene stabile a 100 per il quarto mese consecutivo, in linea con le attese del mercato.

Market mover: l’agenda macro della giornata

L’agenda macro di oggi è povera di indicazioni. L’unico dato di rilievo in uscita oggi riguarda le scorte settimanali di greggio negli Stati Uniti. In uscita anche le vendite al dettaglio in Canada. Nel dettaglio:
16:00 USA Scorte greggio e derivat…

Giappone: fiducia Pmi in calo più del previsto ad aprile

In Giappone la fiducia delle piccole e medie imprese ha mostrato un calo maggiore del previsto attestandosi ad aprile a 48,6 punti dai 50,5 punti del mese precedente. Gli analisti si aspettavano una fiducia in discesa a 49,4 punti….

Australia: inflazione salita al 2,1% annuo nel I trimestre

In Australia l’inflazione si è attestata nel primo trimestre al 2,1% annuo, in deciso rialzo rispetto all’1,5% precedente ma leggermente sotto le attese degli analisti pari al 2,2%. Rispetto al trimestre precedente l’indice dei prezzi al consumo ha m…