1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Crisi finanziaria: le banche vendono le sedi per fare cassa

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Le banche italiane si vendono le sedi. Staranno meglio delle rivali estere, ma nell’orribile 2008 si ingegnano per evitare traumi peggiori del dimezzamento di profitti e corsi di Borsa. Le dismissioni sono tra le vie predilette per rimpolpare i patrimoni, e magari creare qualche plusvalenza. Per questo i maggiori banchieri stanno affrettando la vendita degli immobili strumentali. Da Intesa SanPaolo, l’unica che per ora ha chiuso l’operazione, a Unicredit. Da Monte dei Paschi al Banco Popolare. Solo loro mettono sul mercato un migliaio di palazzo, valore stimato oltre 5 miliardi di euro. Sempre che alla fine li si incassi per davvero, dato il contesto. Tutti i venditori vorrebbero chiudere entro l’anno, così da contabilizzare le plusvalenze e de consolidare cespiti che assorbono capitale, gravando sul famigerato Core Tier 1 che rapporta patrimonio e impieghi.