Crisi Europa: per Credit Suisse ristrutturazione debito poco probabile nel breve -2

Inviato da Micaela Osella il Mer, 26/05/2010 - 08:57
Grecia, Italia e gli altri Paesi hanno deciso di parlare con una voce sola attraverso un'azione congiunta che si sta sviluppando tramite l'implementazione di misure di austerity dopo che Unione europea e Fondo Monetario internazionale hanno lanciato una ciambella di salvataggio da un trilione di dollari per aiutare quei Paesi che sono più indebitati come Grecia, Spagna e Portogallo, con l'intenzione di rafforzare l'euro e contenere i problemi fiscali. Gli analisti del Credit Suisse ritengono che i debiti di Grecia, Spagna, Portogallo e Irlanda siano quelli più a rischio. Mentre i debiti di Stati Uniti, Cina, Germania, Svizzera, Australia, Italia, Giappone e Canada a loro avviso presentano minori rischi.
COMMENTA LA NOTIZIA