1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

CRIF si aggiudica il progetto per la realizzazione del sistema di informazioni creditizie nazionale delle Filippine

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

CRIF, azienda globale specializzata nello sviluppo di sistemi di informazioni creditizie che opera in 4 continenti supportando oltre 3.100 banche e società finanziarie e 25.000 aziende, ha annunciato l’avvio del progetto per la realizzazione del credit bureau nazionale per conto di Credit Information Corporation (CIC), la società appositamente costituita e controllata dal Governo Filippino con l’obiettivo di fornire informazioni a supporto dell’erogazione del credito retail nel Paese.

La Banca Centrale delle Filippine (BSP, acronimo con cui viene indicata la Central Bank of the Philippines), International Finance Corporation (IFC, parte di The World Bank Group) e alcuni tra i principali Istituti di credito locali hanno contribuito alla fase di assessment del progetto nella quale sono stati analizzati i requisiti specifici e le personalizzazioni proprie del nuovo sistema di informazioni.
CRIF, in qualità di provider tecnico, opererà in partnership con un system integrator locale e fornirà la piattaforma tecnologica chiavi in mano, garantendo il supporto operativo per un periodo di due anni a partire dall’attuazione del progetto.
Come illustrato nel report “Doing Business 2014”, pubblicato dalla Banca Mondiale, le Filippine hanno migliorato il proprio posizionamento nella categoria “getting credit” rispetto al 2010, quando l’accesso al credito era stato facilitato dall’introduzione di una nuova legge che regolava l’attività e i servizi dei sistemi di informazioni creditizia. Oggi il Paese gode di un ranking migliore rispetto alla media della regione Asia orientale e Pacifico, con un accesso semplificato al credito e migliori opportunità di crescita del business.
Nello specifico, CRIF è stata selezionata sulla base delle sue comprovate esperienze nella progettazione, sviluppo e gestione di credit bureau in diversi Paesi del mondo, tra i quali Vietnam, Indonesia, India, Bangladesh, Russia, Tagikistan, Repubblica Ceca, Slovacchia, Giamaica, Marocco e Benin, oltre ovviamente all’Italia, dove gestisce da oltre 25 anni EURISC, il principale sistema di informazioni creditizie a supporto dell’erogazione e gestione del credito a famiglie e imprese.
Il sistema di informazione creditizie che verrà realizzato nelle Filippine raccoglierà i dati, positivi e negativi, relativi a privati e imprese; tali informazioni saranno raccolti e contribuiti da banche commerciali, casse di risparmio e casse rurali, gestori di carte di credito, banche cooperative, istituzioni di microfinanza, società di investimento con licenza bancaria, compagnie assicurative, società di mutuo soccorso e organizzazioni affini che opereranno sotto la supervisione della Insurance Commission e del Governo locale. In futuro, saranno incluse anche le informazioni contribuite da utility, assicurazioni e società di telecomunicazioni.

Grazie alla centralizzazione e condivisione delle informazioni, il credit bureau locale ridurrà l’attuale asimmetria informativa tra richiedenti ed enti finanziatori e faciliterà l’accesso al credito a un maggior numero di imprese e consumatori, contribuendo a modernizzare il processo di erogazione e, al contempo, promuovendo un processo decisionale responsabile.

In particolare, l’accesso alla storia creditizia dei richiedenti aiuterà gli istituti erogatori nella fase di valutazione e monitoraggio, permettendo loro di determinarne in modo puntuale l’affidabilità creditizia e riducendo il rischio di sovraindebitamento.

Considerando il numero di istituti di credito partecipanti, in fase di piena operatività il sistema sarà in grado di gestire alcuni milioni di transazioni all’anno, con un notevole potenziale in termini di aumento dei volumi.

“Pensiamo che il credit bureau che stiamo sviluppando per le Filippine potrà diventare un modello di riferimento per l’intera regione Asia-Pacifico. Come CRIF ha già potuto sperimentare anche in altri Paesi, la crescita dell’inclusione finanziaria e l’evoluzione del settore creditizio dipendono fortemente dalla disponibilità di sistemi informativi efficaci, in grado di semplificare la gestione dei rischi e facilitare l’accesso al credito, a sostegno delle esigenze di imprese e consumatori”, ha dichiarato Vincenzo Resta, Business Development Director, Credit Bureau Services di CRIF.