CreVal: nel 2012 va in rosso di 322 milioni di euro, pesano rettifiche e svalutazioni

Inviato da Flavia Scarano il Mar, 19/03/2013 - 15:08
Quotazione: CREDITO VALTELLINESE
Credito Valtellinese ha archiviato il 2012 con un risultato di pertinenza del gruppo negativo per 322 milioni di euro contro l'utile di 52,7 milioni registrato un anno prima, dopo rettifiche su crediti per 354 milioni e svalutazioni di
avviamento per 337 milioni di euro. Il risultato della gestione operativa è ammontato a 276,8 milioni di euro in calo del 9,8% dai 306,7 milioni del 2011 mentre il margine d'interesse è passato da 525,4 milioni agli attuali 478,1 milioni, in flessione del 9% annuo. I crediti verso la clientela sono scesi dell'1,4% a 22 miliardi di euro e i crediti deteriorati, al netto delle rettifiche di valore, complessivamente sono ammontati a 2,1 miliardi di euro in crescita del 25,7% rispetto a 1,67 miliardi a dicembre 2011.

Per quanto concerne i coefficienti di solvibilità, determinati sulla base del metodo standard di "Basilea II", il core capital ratio a fine 2011 si attesta a 8,1% rispetto a 7,3%, mentre il total capital ratio è pari al 11,5%, in raffronto a 10,6% a fine dicembre 2011.

L'istituto di credito fa presente che l'incertezza legata all'andamento della congiuntura economica e all'evoluzione dei mercati finanziari condizionerà tempi ed entità di recupero dei margini, che, comunque, sono destinati ad attestarsi su livelli inferiori a quelli, non più sostenibili, degli anni antecedenti la crisi.
COMMENTA LA NOTIZIA