1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Cresce l’ombra di Gazprom sulla Ue

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Nuovi scenari si delineano nel settore dell’energia. Un panorama in cui si fa sentire l’ombra di Gazprom sull’Europa. E mentre è in atto la nuova crisi petrol-gasifera tra Russia e Bielorussia, si guarda alla strategia di Mosca: monopolista in casa, con i due colossi Gazprom e Rosneft; fuori dai confini nazionali, decisa a conquistare spazi sul grande mercato dei consumatori europei. Il 2006 può essere decretato l’anno dell'”outing” di Gazprom: secondo uno studio condotto dal Financial Times, il gigante russo ha sottoscritto contratti o comunque avviato alleanze con 12 paesi del Vecchio continente. Una strategia che presenta delle opportunità ma anche delle incognite. Da un lato, un concorrente come Gazprom può smuovere le acque stagne della concorrenza europea, ma dall’altro lato i punti oscuri non mancano. “L’Europa sta diventando sempre più dipendente dalla Russia e le conseguenze geopolitiche sono inevitabili” afferma il turco Necdet Pamir del centro studi strategici di Ankara, intervistato dal Financial Times. Intanto, la domanda cresce sia in Russia sia fuori. E secondo alcuni studi, si rischia una crisi da carenza di gas già a partire dal 2010.