Credito, Crif: domanda "nuovi italiani" pari all'11% nel 2013, rumeni ancora in pole position

Inviato da Daniela La Cava il Gio, 13/03/2014 - 12:46
La domanda di credito da parte dei "nuovi italiani" nel corso dell'intero 2013 ha rappresentato una quota pari al 11% del totale delle richieste inoltrate a banche e società finanziarie, in calo rispetto all'11,9% del 2012. Una tendenza che emerge ne "Il Rapporto sulla domanda di credito da parte di cittadini non Italiani", realizzato da Crif. In particolare, lo scorso anno oltre un quinto del numero totale di richieste di finanziamento effettuate da cittadini non Italiani è arrivato da rumeni (con una quota pari al 21,1% del totale, contro il 21,6% del 2012), seguiti dagli albanesi (con il 5,9% del totale) e dai marocchini (con il 5,4%). Seguono le richieste da parte di tedeschi, filippini e svizzeri (tutti con una quota vicina al 4%) e di peruviani (con il 2,9% del totale). Dalla ricerca emerge inoltre che la quota di domande effettuate da moldavi, da ucraini, da cittadini dello Sri Lanka e dell'Ecuador è compresa tra il 2,8% e il 2,4%, mentre quella di senegalesi, indiani e cittadini del Bangladesh si attesta tra il 2,3% e il 2,0% del totale. Si conferma invece sempre modesta l'incidenza dei cinesi.
Osservando l'importo medio, il record spetta agli austriaci (con 36.524 euro), seguiti da olandesi (34.133 Euro), cinesi (24.179 Euro) e russi (23.520 Euro).
COMMENTA LA NOTIZIA