1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Risparmio ›› 

Credito al consumo: si convola a nozze accendendo un prestito di 16mila euro

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Ci si sposa di meno, ma quando si affronta il grande passo lo si fa in grande stile. Dall’analisi svolta da Prestiti.it, sulle oltre 300.000 richieste di prestito personale pervenute al sito, il 2% sono di coloro che hanno deciso di sposarsi. E la cifra che richiedono si aggira intorno ai 16.000 euro per una durata media di cinque anni. Il sud si conferma come la parte più tradizionale d’Italia in cui il matrimonio è più sentito: qui la spesa matrimoniale è più alta della media (in vetta la Calabria con i suoi 19.000 euro, seguita da Molise e Basilicata con 18.000 euro). Gli importi minori invece si riscontrano al centro-nord, con Veneto e Valle d’Aosta a quota 13.000 euro. Fanalino di coda il Trentino Alto Adige che non raggiunge i 10.000 euro. Sposarsi è un impegno economico non indifferente: secondo le ultime statistiche, nel 17% dei matrimoni italiani il costo supera i 30.000 euro e le spese più importanti sono il ricevimento, che in media può costare dai 5.000 ai 10.000 euro, e l’abito della sposa, per il quale bisogna preventivare una spesa dai 1.500 ai 7.000 euro. I dati raccolti da Prestiti.it rilevano inoltre che l’età media di chi richiede il prestito è di 38 anni e sono, a livello nazionale, per lo più maschi (quasi il 73%). Unica regione in controtendenza è la Sardegna in cui il 60% di chi richiede il finanziamento per il matrimonio è donna.