1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Credit Suisse, titolo in forte calo dopo nuove svalutazioni

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Il Credit Suisse di nuovo al centro dell’attenzione dei mercati. Stavolta non è per l’ingresso di fondi sovrani nell’azionariato ma per nuove svalutazioni sui portafogli dell’istituto. Con un comunicato la banca svizzera ha reso noto di aver proceduto al repricing di alcune posizioni del portfoglio di investimenti strutturati a seguito di un’indagine interna alla divisione investment banking.


Il valore corrente delle svalutazioni effettuate su tali posizioni ammonta a 2,85 miliardi di dollari con un impatto netto sui profitti netti di circa 1 miliardo di dollari. Secondo Credit Suisse il primo trimestre del 2008 si concluderà comunque con risultati positivi mentre la banca procederà a verificare se parte di tali svalutazioni possano avere effetti sui risultati dello scorso anno.

Nel corso dell’indagine interna, intrapresa in ossequio alla trasparenza verso il mercato, Credit Suisse ha anche scoperto alcuni errori nei calcoli di un ristretto numero di trader nella divisione Trading prodotti strutturati.


A Zurigo quotazioni in picchiata per il titolo della banca elvetica che perde circa 6,5 punti percentuali dopo aver  toccato punte di ribasso intorno al 10%.

 

Ieri Credit Suisse aveva chiuso con un rialzo del 3% dopo che il primo ministro del Qatar, nonchè direttore generale della Qatar Investment Authority, Sheik Hamad bin Jasim bin Jaber al Thani ha dichiarato che il fondo del Paese del golfo si è impegnato in un’operazione di acquisto di titoli del Credit Suisse sul mercato, senza precisarne l’ammontare, mentre circa 15 miliardi di dollari sarebbe la cifra di spesa programmata per acquisire quote di capitale di banche sia europee che statunitensi. 

 

(Notizia aggiornata alle ore 15:30)