Credit Suisse: Italia non a rischio default, probabilità di rottura dell'euro al 10%

Inviato da Redazione il Ven, 23/09/2011 - 14:01
Il costo di non aiutare i Paesi periferici dell'Eurozona è inferiore al costo che si avrebbe salvandoli. E' il pensiero del team di analisti di Credit Suisse guidato da Andrew Garthwaite, diffuso in un report pubblicato oggi. Nello studio gli analisti chiariscono di ritenere limitate al 10% le possibilità di una rottura del sistema dell'euro. Italia e Spagna non sono considerate a rischio di default. Il problema principale della periferia europea - secondo gli analisti - è costituito dalla carenza di competitività.
COMMENTA LA NOTIZIA