1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Credem: al via aumento di capitale per finanziare la crescita

QUOTAZIONI Credem
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Ieri la Consob ha autorizzato la pubblicazione del prospetto informativo relativo all’offerta in opzione agli azionisti e all’ammissione a quotazione sul Mercato Telematico Azionario organizzato e gestito da Borsa Italiana di azioni ordinarie di Credito Emiliano. Il nulla osta Consob è condizionato all’inserimento nel Prospetto Informativo delle indicazioni relative al prezzo di offerta, al numero di azioni oggetto dell’aumento di capitale e del rapporto di assegnazione. Conseguentemente, il Consiglio di Amministrazione di Credito Emiliano ha approvato le condizioni finali di emissione delle azioni ordinarie oggetto dell’offerta, facendo seguito alla delibera dell’Assemblea Straordinaria dei Soci tenutasi in data 26 giugno 2008 nonché al CdA del 3 luglio 2008. L’aumento di capitale avrà ad oggetto 49.858.815 azioni ordinarie, del valore nominale di 1 euro cadauna. Tenuto conto del prezzo di sottoscrizione, il controvalore complessivo dell’offerta è pari a 249.294.075 euro di cui 199.435.260 euro a titolo di sovrapprezzo. Le azioni ordinarie saranno offerte in opzione agli azionisti in ragione di 3 azioni ordinarie di nuova emissione per 17 azioni ordinarie possedute. Il prezzo di sottoscrizione delle nuove azioni sarà pari a 5 euro di cui 4 euro a titolo di sovrapprezzo, per ciascuna azione ordinaria di nuova emissione. Le azioni rivenienti dall’aumento di capitale avranno godimento primo gennaio 2009, e pertanto le stesse non parteciperanno alla distribuzione del dividendo relativo all’esercizio 2008. I diritti di opzione relativi alle azioni ordinarie potranno essere esercitati dal 13 ottobre 2008 al 3 novembre 2008 e la negoziazione in borsa dei diritti di opzione avrà inizio il 13 ottobre 2008 e si concluderà il 27 ottobre 2008. Entro il mese successivo alla conclusione dell’offerta in opzione, Credito Emiliano S.p.A. offrirà in Borsa gli eventuali diritti di opzione relativi alle azioni ordinarie non esercitati ai sensi dell’art. 2441, terzo comma, codice civile. L’operazione di aumento di capitale – riporta la nota diffusa dall’istituto – è in linea con il piano strategico triennale 2008 – 2010 approvato lo scorso 10 settembre ed è finalizzata al finanziamento delle operazioni di sviluppo della rete distributiva recentemente realizzate tramite l’acquisizione di circa 70 sportelli bancari, mantenendo più che adeguati i coefficienti di solidità patrimoniale.