1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Covered warrant: elezioni Usa al centro dell’attenzione

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

La nutrita serie di dati macro Usa di ieri non ha scosso un mercato teso all’odierno “election day”. Solo il petrolio, con un notevole calo, ha consentito ai mercati europei di mettere a segno un rush finale e a Wall Street di chiudere con un guadagno dello 0,20%. Oggi l’unico dato macroeconomico di rilievo saranno le vendite al dettaglio tedesche a settembre stimate in crescita dello 0,2% su base mensile (-1,2% annuale). Gli occhi saranno rivolti alle elezioni Usa che tra oggi e domani dovrebbero concludersi sperando che si arrivi ad una proclamazione netta di un presidente senza che si verifichi la stessa situazione di incertezza che nel 2000 richiese ben 37 giorni per conoscere il nome del vincitore. In una giornata che sarà caratterizzata da elevata incertezza e pochi riferimenti direzionali tranne, forse, una prosecuzione della riduzione nel prezzo del petrolio, chi vuole scommettere su un rialzo del Dow Jones può rivolgersi alle call di Citibank con strike 10.500 e scadenza a dicembre, alle call 11.000 di Goldman Sachs con la stessa scadenza oppure infine, i più coraggiosi, alle call di Société Générale con strike 11.500 punti con scadenza a marzo 2005. Al ribasso sono invece disponibili, tra le altre, le put 10.000 di Citibank o Goldman Sachs in scadenza a dicembre, quelle di Goldman Sachs o Société Générale con strike a 9.500 e scadenza rispettivamente a dicembre 2004 o marzo 2005 oppure infine le call 9.000 di Goldman Sachs con scadenza a dicembre.