1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Covered: Usa in attesa della fiducia del Michigan

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Katrina ha fatto salire la pressione al barile di petrolio che ieri ha toccato in mattinata la soglia record dei 68 dollari. Ma Katrina, l’uragano che sta flagellando la Florida, sembra aver mancato alla fine le piattaforme petrolifere del golfo del Messico e solo Wall Street ha fatto a tempo a sfruttare la lieve e quasi sicuramente temporanea inversione di tendenza dell’oro nero. La seduta conclusiva dell’ottava darà indicazioni interessanti alla Banca centrale europea con il dato sulla massa monetaria M3 a luglio che dovrebbe essere cresciuta ancora una volta, secondo le stime, al 7,3% dal 7,2% precedente. Una conferma, per Trichet, sulla necessità di essere sempre vigili sui pericoli dell’inflazione. Dal Regno Unito arriverà alle 10:30 il Pil nel secondo trimestre con un dato trimestrale allo 0,5% da 0,4% e un dato annuale all’1,8% dal 2,1% precedente. Nel pomeriggio, alle 15:45 verrà diffuso negli Usa l’indice di fiducia elaborato dall’Università del Michigan ad agosto con un consensus di stabilità a 92,7 punti. Infine Alan Greenspan terrà un discorso a Jackson Hole sul ruolo della Banca centrale. Difficilmente il presidente della Fed si lascerà andare a riflessioni su altri temi come quello monetario. Al rialzo sul Dow Jones Industrial sono disponibili, tra le altre, le call di Unicredito con strike 1.300 o 1.400 punti e scadenza a dicembre, le call 1.150 di Goldman Sachs in scadenza a settembre o dicembre oppure i minilong certificates di Société Générale con strike 1.050 e scadenza a dicembre. Al ribasso ci si può rivolgere alle put 1.200 di Unicredito in scadenza a settembre o dicembre oppure ai minishort di 1.400 o 1.250 di SocGen in scadenza a dicembre o 1500 e 1.600 di Abn Amro in scadenza a gennaio 2006.