1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Covered: Ue, rischio rialzo tassi d’interesse gia’ a dicembre

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Il primo rialzo dei tassi di interesse nel Vecchio continente potrebbe arrivare già il primo dicembre, la probabilità sarebbe molto elevata stando all’interpretazione data dagli osservatori della Bce all’esito del Consiglio dei governatori della Bce tenutosi ieri, dove si sarebbero affrontate le classiche fazioni, falchi e colombe. I primi sottolineano la ripresa in corso sia della crescita europea sia dell’inflazione, mentre i secondi frenano sulla prima e attendono ulteriori conferme. Sempre ieri la Commissione europea ha pubblicato le previsioni per il 2006-07 con un tasso di inflazione che dovrebbe attestarsi al 2,2% all’1,5%. Essendo la Banca centrale europea portata a intervenire possibilmente prima che i buoi siano scappati e guardando alla Federal Reserve statunitense che non sembra intenzionata a fare pause nel cammino rialzo dei tassi, si può comprendere come la pressione sulle colombe sia elevata. Eppure la certezza totale di un rialzo entro il 2005, un’ipotesi lontana fino a qualche settimana fa, non c’è anche perchè sarebbe proprio un brutto regalo di Natale per il consumatore europeo, la cui debolezza è uno dei punti deboli del Vecchio continente. In tutto questo non si registra alcuna dichiarazione da parte di Trichet che, in un comunicato, ha ricordato di essere il solo autorizzato a parlare a nome della Bce. Sul rialzo dell’indice Eurostoxx50 si può investire con le call di Deutsche Bank aventi strike 3.200 e 3.400 punti in scadenza a marzo 2006 o con i bull certificate di Abn Amro con strike 2.500 e scadenza a giugno 2006. Sul ribasso sono disponibili le put di Deutsche Bank con strike 3.400, 3.300 e 3.200 in scadenza a marzo 2006 oppure i bear certificate di Abn Amro con strike 4.000 o 3.800 e scadenza a giugno 2006.