Covered: spesa per consumi e reddito in giugno in arrivo dagli Usa

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Nella seduta odierna Stati Uniti al centro dell’attenzione con una serie di indicatori sull’andamento dell’economia relativi al mese di giugno. La spesa per consumi nominale dovrebbe aver confermato lo 0,4% m/m di maggio. In linea con il mese precedente anche le attese per il deflatore dei consumi core, allo 0,2% m/m mentre a livello tendenziale il dato dovrebbe aver fatto registrare una crescita al 2,3% da 2,1% precedente. I redditi delle famiglie dovrebbero essere in crescita dello 0,6% da 0,4% di maggio. Alle 16:00 verranno pubblicati i dati sulla spesa per costruzioni in giugno, attesa in crescita dello 0,1% dopo -0,4% a maggio e l’indice Ism manifatturiero di luglio che dovrebbe essere rimasto sostanzialmente invariato a 53,9 da 53,8 punti. Molto atteso anche il dato sulle vendite di automobili a luglio. Le stime degli analisti parlano di una crescita a 16,6 milioni di unità dalle 16,3 precedenti. Per il Vecchio continente attenzione al dato sul tasso di disoccupazione tedesco, che in luglio dovrebbe essersi stabilizzato al 10,9% con una diminuzione dei disoccupati di 25.000 unità, all’indice Pmi manifatturiero relativo allo stesso mese, stimato in marginale calo a 57,4 da 57,7 e al tasso di disoccupazione di Eurolandia che dovrebbe, a giugno, confermare il dato di maggio al 7,9%. Al rialzo sull’indice S&P500 è possibile investire, tra le altre, grazie alle call di Goldman Sachs con strike 1.250 e 1.300 in scadenza a settembre, alle call 1.300 e 1.400 di Unicredit in scadenza a dicembre o ai bull certificate di Abn Amro con strike 1.187 e 1.135 in scadenza a dicembre 2010. Sul ribasso sono disponibili le put di Unicredit con strike 1.300e 1.200 punti con scadenza rispettivamente a settembre o dicembre, le put 1.200 e 1.150 di Goldman Sachs in scadenza a dicembre oppure infine i bear certificate di Abn Amro con strike 2.014 e 1.811 in scadenza a dicembre 2010.