1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Covered: petrolio di nuovo in corsa, oggi le riserve Usa

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Il petrolio è di nuovo in corsa sui massimi storici ma le piazze finanziarie mondiali non sembrano prestarvi attenzione e continuano in una sfrenata corsa al rialzo. Situazione ben diversa da quella verificatasi nell’agosto dello scorso anno quando proprio le prime fiammate del petrolio furono la causa di una caduta dei listini con, forse, eccessi di isterismo tanto che si instaurò una correlazione inversa tra il prezzo dell’oro nero e l’andamento delle borse. Oggi questa correlazione sembra essere svanita e forse si eccede nel senso opposto, quello dell’euforia. A differenziare i due periodi, 2004 e 2005, sicuramente una stagione di trimestrali rivelatasi positiva, un’economia statunitense che sembra non sbagliare più un colpo e un Vecchio continente che finalmente da i primi convinti segnali di ripartenza. Ma i conti si pagano alla fine e non bisogna dimenticare gli allarmi che solo un paio di mesi fa venivano lanciati riguardo gli effetti di una permanenza troppo prolungata del petrolio a livelli elevati. Oggi quindi da monitorare con particolare attenzione le scorte di petrolio settimanali statunitensi, che dovrebbero attestarsi a 697,5 milioni di barili, anche se le nuove tensioni sull’oro nero vanno ricercate a livello internazionale, nelle preoccupazioni sulla stabilità dell’Arabia Saudita dopo la morte di re Fahd, nel rischio di un nuovo focolaio di guerra in Sudan, nel terrorismo internazionale. Al rialzo sul petrolio Wti sono disponibili, tra le altre, le call Abn Amro con strike 60 e 70 euro in scadenza a maggio 2006 oppure, per i ribassisti le put sempre di Abn Amro cn strike 60 e 50 dollari con la stessa scadenza. Sul petrolio Brent sempre Abn Amro mette a disposizione i certificati minilong con strike 51,83 e 47,82 dollari in scadenza a giugno 2006 oppure, al ribasso, i minishort con strike 70,45 o 73,52 in scadenza sempre a giugno 2006.