1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Covered: John Snow parteggia per il dollaro

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Il dollaro ha iniziato il 2005 con nuovi propositi di forza che sembrano sostenuti dalla stessa amministrazione Bush. La dichiarazione di John Snow secondo cui l’interesse del Paese è avere una valuta forte non è stata seguita dalla precisazione che saranno i mercati, come successo finora, a determinare il valore di cambio. La sensazione generale è che ci possa essere un cambiamento nella gestione della politica valutaria e nella battaglia contro i deficit gemelli che ieri un membro Fed ha dichiarato insostenibili anche per un’economia forte. A sostenere il dollaro anche le aspettative di un ulteriore rialzo dei tassi di interesse da parte del Fomc che renderà maggiormente attraenti gli asset denominati in dollari. Chi pensa che la soglia 1,3 per l’euro/dollaro sia difficilmente violabile al ribasso può rivolgersi alle call di Unicredito con strike 1,2 o 1,3 con scadenze rispettivamente a marzo o a marzo e giugno o alle call di Société Générale con strike 1,25 o 1,35 e scadenza rispettivamente a marzo o a marzo e giugno. Se invece volete puntare sul rafforzamento del dollaro sono disponibili, tra le altre, le put di SocGen con strike 1,35 in scadenza a marzo o giugno, la put di Unicredito con prezzo di esercizio a 1,35 in scadenza a dicembre oppure alle put di SocGen o Unicredito con stike 1,3 e scadenza rispettivamente a marzo o settembre.