Covered: indice Pmi servizi per l'Europa

Inviato da Alessandro Piu il Mer, 05/07/2006 - 09:48
La Nazionale di calcio italiana ha regalato un'altra "notte magica" ai tifosi azzurri. Confidando, senza urlarlo troppo, che non sia l'ultima, si è registrata la presenza sugli spalti del Westfalenstadion di Dortmund del cancelliere tedesco Angela Merkel e del presidente del Consiglio italiano Romano Prodi. E chissà se a quest'ultimo è balenato nella mente, ai gol di Grosso e Del Piero, lo studio pubblicato all'inizio della manifestazione sportiva da Krc Research che prevede benefici fino a 50 miliardi di euro per l'economia della nazione vincitrice della Coppa del Mondo (vedi lo speciale di Finanza.com su Germania 2006). Di sicuro non hanno tenuto conto di questo "feel good factor" gli analisti di S&P's che tendono d'occhio il Belpaese i quali hanno ribadito ieri le preoccupazioni per la politica di bilancio dell'Italia nel lungo termine. Confermate le stime per un rapporto deficit/Pil 2006 al 4,4% ed evidenziato un potenziale di crescita basso (sotto l'1,5%), gli esperti dell'agenzia di rating hanno ricordato il rischio downgrade dall'attuale AA- (outlook negativo) in assenza di credibili e coerenti manovre fiscali. Lasciandoci alle spalle gioie e dolori dello Stivale, nella giornata odierna tornano in campo gli Stati Uniti che renderanno noti gli ordini all'industria in maggio stimati in crescita dello 0,1% dopo il -1,8% registrato ad aprile. Dal Vecchio continente arriverà invece l'indice Pmi servizi di giugno, previsto dal consensus a 59 da 58,7 precedente. L'indice relativo alla Germania dovrebbe essere invece salito a 57,2 da 56,7. Alle 11:00 infine arriverà il dato sulle vendite al dettaglio di Eurolandia a maggio. E' stimata una frenata a +0,2% da +1,4% di aprile. I rialzisti sull'indice domestico S&P/Mib possono rivolgersi, tra le altre, alla call di Deutsche Bank con strike 36.500 in scadenza ad agosto, alle call 37.000 di Unicredito con scadenze ad agosto o dicembre o alla call 37.500 di Antonveneta scadenza a settembre. Per i ribassisti sono disponibili le put 38.000 di Unicredito in scadenza ad agosto o settembre oppure le put 37.500 di Deutsche Bank con scadenza ad agosto e dicembre.
COMMENTA LA NOTIZIA