Covered: indice Ifo, attese positive dopo l'ottimo sondaggio Zew

Inviato da Redazione il Gio, 25/08/2005 - 09:54
Il gioco delle parti si è rovesciato ieri e una volta tanto è stato il Vecchio continente a far buona figura sullo scenario macro mondiale mentre gli Stati Uniti hanno ricevuto una delusione. In Europa gli ordinativi di beni industriali sono cresciuti a giugno del 3,1% m/m e del 4,9% a/a contro attese limitate rispettivamente al 2,2% e all'1,1% mentre in America gli ordini di beni durevoli a luglio sono calati del 4,9% mensile contro attese per un calo limitato all'1,5%. Sarebbe meglio non esultare in maniera troppo evidente vista la volatilità che caratterizza solitamente questi dati dati ma già oggi l'indice di fiducia tedesco Ifo potrebbe confermare il buon momento dell'Europa. Il sentiment delle imprese è atteso in crescita a 95,3 punti dai 95 precedenti, la situazione attuale è prevista a 95 da 94,9 e infine le attese future si dovrebbero attestare a 95,3 da 95. A rovinare un'eventuale festa potrebbe essere il petrolio (stamattina toccati i 68 dollari al barile) mentre in pomeriggio dagli Usa arriveranno le nuove richieste di sussidi di disoccupazione previste in leggero calo di 1.000 unità a 315.000. Sull'indice tedesco Dax, al rialzo sono disponibili, tra le altre, la call di Sal.Oppenheim con strike 4.600 punti e scadenza a settembre, le call 5.000 di Société Générale in scadenza a dicembre 2006 o i certificati minilong di Abn Amro o SocGen con strike rispettivamente a 3.950 o 4.000 punti e scadenza a dicembre 2006. Sul ribasso ci si può invece rivolgere alle put 4.250 di Sal.Oppenheim in scadenza a settembre oppure ai minishort 4.500 o 4.400 di Abn Amro in scadenza a gennaio 2006.
COMMENTA LA NOTIZIA