1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Covered: Greenspan saluta la Fed, atteso un rialzo dei tassi

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Appuntamento clou della seduta odierna, la decisione Fed sui tassi di interesse. Il consensus è per un rialzo dello 0,25% al 4,5% e sono ritenute elevate anche le probabilità di un ulteriore rialzo a marzo quando toccherà a Bernanke prendere la decisione. Proprio il cambio della guardia aumenterà l’indeterminatezza dei commenti alla decisione. Greenspan cercherà molto probabilmente di lasciare il più possibile le mani libere a Bernanke e accentuerà quindi il riferimento ai dati macro come segnaletici delle successive mosse. Tra gli altri appuntamenti della giornata il tasso di disoccupazione tedesco a gennaio, che dovrebbe confermarsi all’11,2%, l’indice di fiducia dei consumatori europei (consensus stabile a -11), l’indice di fiducia economica, stimato in leggero rialzo a 101 da 100,5 e quello dell’industria, previsto a -4 da -5, tutti relativi al mese di gennaio e all’Unione europea. Sempre in Eurolandia attenzione alla stima flash dei prezzi al consumo di gennaio che, a livello tendenziale, è prevista in accelerazione al 2,4% contro il 2,2% precedente. Per l’Italia verranno resi noti i prezzi alla produzione a dicembre (consensus a +0,1% m/m da -0,30% e +4% a/a da +3,7%). Nel pomeriggio il Chicago Pmi dovrebbe rallentare a 59,7 da 60,8 mentre la fiducia dei consumatori del Conference board è stimata in crescita a 105 da 103,6, entrambi a gennaio. Verrà diffuso infine il costo del lavoro nel quarto trimestre del 2005 (consensus +0,9% da +0,4%). I movimenti al rialzo dell’euro sul dollaro possono essere seguiti, tra le altre, con le call di Société Générale con strike 1,15 e 1,2 e scadenza a marzo, con le call Unicredito aventi strike 1,2 e 1,25 e scadenza a giugno o con la call 1,225 di Goldman Sachs con scadenza a giugno. Al ribasso sono disponibili le put 1,25 o 1,2 rispettivamente di SocGen o Goldman Sachs in scadenza a marzo, la put 1,225 sempre di Goldman Sachs e con la stessa scadenza oppure infine con le put 1,2 o 1,15 di Unicredito in scadenza a giugno.