1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Covered: fiducia dei consumatori in Italia e Usa

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Barile di petrolio protagonista, per una volta positivo, sulle piazze finanziarie internazionali. Il prezzo di Wti e Brent è sceso in direzione dei 70 dollari al barile (quasi 2 dollari in meno rispetto alla vigilia) dopo che l’uragano Ernesto ha perso potenza e non sembra poter mettere in pericolo le installazioni petrolifere del Golfo del Messico. Ne ha beneficiato Wall Street e, di rimbalzo, ne hanno beneficiato anche i mercati del Vecchio continente che, fino all’apertura della Borsa statunitense, non avevano particolarmente brillato anche per la chiusura della Borsa di Londra. I principali appuntamenti della seduta odierna saranno invece con l’indice di fiducia dei consumatori italiani, previsto in leggero rialzo ad agosto a 108,8 punti da 108,7, e con quello dei consumatori americani elaborato dal Conference Board e relativo allo stesso mese. Il cosensus in questo caso prevede un arretramento a 104 punti da 106,5. Sempre nel corso della seduta odierna, infine, è in calendario un discorso di Fisher, della Fed di Dallas e verranno rese note le minute della riunione del Comitato di politica monetaria della Federal Reserve relative alla riunione dell’8 agosto. Le prospettive rialziste sull’indice S&P/Mib possono essere sfruttate, tra le altre, grazie alle call di Deutsche Bank e Unicredito rispettivamente con strike 37.500 e scadenza a novembre e 38.000 e scadenza a ottobre, con la call 38.500 di Antonveneta in scadenza a dicembre o con i bull certificate di Abn Amro aventi strike 35.081 e 34.130 e scadenza a dicembre 2010. Sul ribasso sono disponibili le put 38.500 di Banca Imi e Deutsche Bank in scadenza a dicembre, le put 38.000 e 37.000 di Société Générale con la stessa scadenza oppure infine i wave di Deutsche Bank con strike 38.500 e 38.000 in scadenza a dicembre.