Covered: euro/dollaro in attesa del G7 a Londra

Inviato da Redazione il Mar, 18/01/2005 - 10:31
Nella seduta di ieri, priva dell'importante guida di Wall Street, l'euro/dollaro ha confermato la linea di forza del dollaro chiudendo sotto 1,31 mentre lo yenè salito ai massimi da gennaio 2000 sul dollaro scontando le attese di parecchie banche centrali per una rivalutazione delle valute asiatiche, un tema che sicuramente si ripoporrà nell'incontro G7 di Londra. La macroeconomia propone oggi, in Italia, i dati sulla produzione industriale a novembre con stime a +0% m/m, e l'indice di fiducia dei consumatori a dicembre (consensus a 104 punti). Verrà resa nota anche la produzione industriale Europea a novembre (stime in calo dello 0,4% m/m) e, dagli Usa, l'Empire manifacturing di gennaio (consensus in calo a 26,5 dai 29,9 di dicembre). Dal fronte trimestrali sono attesi i dati di Ibm, Motorola, Yahoo! e Amd. Se attendete un rialzo dell'euro sul dollaro sono disponibili le call di Société Générale con strike 1,25 e scadenze a marzo e giugno oppure le call Unicredito a 1,3 e 1,35 con le medesime scadenze. Sulla debolezza dell'euro potete rivolgervi alle put di Société Générale con strike 1,35 o 1,3 e scadenze rispettivamente a marzo oppure a giugno, oppure alle put Unicredito 1,25 o 1,2 con scadenza rispettivamente a giugno o settembre.
COMMENTA LA NOTIZIA