1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Covered, l’euro accelera sulle migliori prospettive europee

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Poca grinta nella prima seduta di agosto nel Vecchio continente su cui a pesato anche il nuovo record del prezzo del petrolio a 62,30 dollari al barile. La morte del sovrano saudita Fahd getta ombre sulla stabilità del principale produttore mondiale di oro nero mentre si riacuiscono le tensioni con l’Iran riguardo al programma nucleare della Repubblica islamica. Per la seduta odierna da monitorare, oltre a petrolio ed euro, in rialzo grazie alle migliori prospettive economiche per il Vecchio continente e agli acquisti di valuta Ue da parte di alcune banche centrali, l’indice dei prezzi alla produzione europei a giugno, previsti in accelerazione su base congiunturale (+0,5% da -0,2%) e tendenziale (+3,9% da +3,5%), il tasso di disoccupazione nell’area euro stimato stabile all’8,8% e nel pomeriggio, dagli Stati Uniti, il reddito e la spesa personale, consensus rispettivamente a +0,4% da +0,2% e +0,8% da 0%, gli ordini industriali co una crescita stimata allo 0,7% dal precedente +2,9%, tutti i dati relativi al mese di giugno. Chi attende un rafforzamento dell’euro può rivolgersi, tra le altre, alle call di Société Générale con strike 1,2 in scadenza rispettivamente a settembre o dicembre o alle call 1,25 di Bnl o Goldman Sachs in scadenza a settembre o dicembre. Chi pensa che il recente rialzo sia destinato ad esaurirsi presto può rivolgersi alle put, sempre di Unicredito, con strike 1,3 o 1,25 in scadenza a settembre, alle put 1,2 di Goldman Sachs in scadenza ad agosto oppure infine alle put 1,15 di SocGen in scadenza a settembre o dicembre.