Covered: Bernanke, alle 16:00 davanti al Joint economic committee

Inviato da Redazione il Gio, 27/04/2006 - 09:56
Leggero calo di tensione sul fronte macroeconomico nella seduta odierna. Alle 10:00 verranno diffusi in Germania il tasso di disoccupazione, che dovrebbe essere in leggero calo, 11,3% contro 11,4% precedente e la variazione dei disoccupati sempre ad aprile. Il consensus prevede una riduzione di 35.000 unità dopo l'incremento di 30.000 registrato a marzo. Dagli verranno rese note solo le richieste di sussidio di disoccupazione settimanali stimate in crescita a 306.000 unità da 303.000. Molto più interessante seguire le parole sull'economia che Bernanke, alle 16:00, pronuncerà davanti al Joint economic committee del Congresso. Non sono da attendersi indicazioni nette sulle future mosse sui Fed funds per i quali Bernanke si limiterà a ribadire la stretta correlazione con l'andamento dei dati macro che sono usciti e usciranno prossimamente. Il mercato, in ogni caso, ha iniziato a digerire la possibilità che i tassi salgano oltre il 5%. L'ottava macro statunitense si concluderà domani con la diffusione del Pil annualizzato e del deflatore del Pil relativi al primo trimestre (preliminare). Il consensus prevede un incremento del 4,9% da 1,7% precedente per il Pil mentre il deflatore dovrebbe attestarsi al 2,5% in calo dal 3,5% della precedente rilevazione. In uscita domani anche l'indice di fiducia delle famiglie elaborato dall'Università del Michigan (consensus a 89,4 da 88,9) mentre il Chicago Pmi dovrebbe essere calato a 59 da 60,4. Il rialzo del Dow Jones Industrial può essere seguito, tra le altre, con le call di Goldman Sachs aventi strike 11.000 e 11.500 e scadenza in giugno, le call 12.000 di Société Générale con la stessa scadenza o i Bull certificate di Abn Amro con strike 9.319 e 8.781 in scadenza sempre a giugno. Sul ribasso sono disponibili le put 10.500 o 10.000 di Goldman Sachs con scadenza rispettivamente a luglio od ottobre oppure i Bear certificate di Abn Amro con strike 11.930 e 12.125 in scadenza a giugno.
COMMENTA LA NOTIZIA